Archivio della categoria: voci

archivio del territorio

Calliano – le Campagnole

La famiglia di Renzo Comper è originaria di Sottocastello a Besenello, nel 1909 circa si trasferisce a Calliano. Renzo, nato nel 1939, ricorda l’infanzia, la scuola materna, la guerra e i bombardamenti. La situazione degli edifici e delle vie di Calliano dopo le incursioni aree. L’incontro con i soldati tedeschi e americani. Quella volta che un carro armato tedesco si fermò, in piena notte, davanti a casa.

NARRARE IL TERRITORIO è un progetto di ricerca e raccolta di memorie presso gli anziani di Calliano (TN) con la partecipazione delle bambine e dei bambini delle classi V delle Scuole primarie e dei loro insegnanti. Consiste in un approccio laboratoriale, mediante il quale gli allievi acquisiscono gli strumenti per registrare suoni ambientali e per intervistare persone, sperimentando nuove relazioni umane in un clima sereno e spontaneo.

In collaborazione con l’Amministrazione comunale di Calliano e Istituto Comprensivo Alta Vallagarina.

Calliano – Albergo alla Stazione

Siamo ospiti del vecchio Albergo Stazione nato a fine Ottocento su iniziativa dei nonni di Dolores, la famiglia Meggio. Dolores è nata qui, con la sua famiglia ha gestito l’albergo e locanda fino alla chiusura negli anni Settanta. La stazione ferroviaria di Calliano serviva un ampio circondario, da Folgaria a tutto l’Alta Vallagarina, tra Trento e Rovereto. Nella prima guerra mondiale – il paese ospitava la seconda linea austrungarica con edifici di servizio e magazzini, quasi diecimila soldati – l’edificio diventa così ospedale e accogliendo le sale operatorie. Nella seconda guerra mondiale l’albergo e l’osteria vengono danneggiati dai soldati tedeschi. L’albergo ospitava anche un cinema, un pianoforte e un organetto. La vecchia sala da pranzo e da ballo custodisce oggi un piccolo museo curato amorevolmente dalla signora Dolores, nel “rispetto dei miei cari”.

NARRARE IL TERRITORIO è un progetto di ricerca e raccolta di memorie presso gli anziani di Calliano (TN) con la partecipazione delle bambine e dei bambini delle classi V delle Scuole primarie e dei loro insegnanti. Consiste in un approccio laboratoriale, mediante il quale gli allievi acquisiscono gli strumenti per registrare suoni ambientali e per intervistare persone, sperimentando nuove relazioni umane in un clima sereno e spontaneo.

In collaborazione con l’Amministrazione comunale di Calliano e Istituto Comprensivo Alta Vallagarina.

Volano – la storia di Olga Norma

La signora Norma Prosser in una esilarante e coinvolgente intervista racconta la storia della sua nascita e l’origine del suo doppio nome. Nata in una famiglia contadina, ha potuto frequentare la scuola per pochi mesi. Una donna forte, che ha saputo resistere alle difficoltà della vita con uno spirito incredibile, e che annovera, nella sua parlata e nei suoi straordinari racconti, modi di dire e termini dialettali che quasi non si sentono più.

NARRARE IL TERRITORIO è un progetto di ricerca e raccolta di memorie presso gli anziani di Volano (TN) con la partecipazione delle bambine e dei bambini delle classi V delle Scuole primarie e dei loro insegnanti. Consiste in un approccio laboratoriale, mediante il quale gli allievi acquisiscono gli strumenti per registrare suoni ambientali e per intervistare persone, sperimentando nuove relazioni umane in un clima sereno e spontaneo.

In collaborazione con l’Amministrazione comunale di Volano.

Volano – Coltivare campagna, fatica e leggerezza

La signora Maria Tovazzi è nata a Volano da una famiglia di contadini e ha sempre lavorato in campagna. I suoi bellissimi ricordi agresti ci riportano a una dimensione della vita contadina con leggerezza e ironia, pur narrando storie di fatica e di regole di ubbidienza a una impostazione di famiglia, ora completamente cambiata.

NARRARE IL TERRITORIO è un progetto di ricerca e raccolta di memorie presso gli anziani di Volano (TN) con la partecipazione delle bambine e dei bambini delle classi V delle Scuole primarie e dei loro insegnanti. Consiste in un approccio laboratoriale, mediante il quale gli allievi acquisiscono gli strumenti per registrare suoni ambientali e per intervistare persone, sperimentando nuove relazioni umane in un clima sereno e spontaneo.

In collaborazione con l’Amministrazione comunale di Volano.

Volano – Giuseppe e il dopoguerra

Giuseppe Ticò aveva dodici anni quando raccolse un ordigno bellico nei prati di Volano e perse una mano. Era il 1951. Giuseppe racconta il suo lungo viaggio in treno a Torino, presso l’Istituto di Don Carlo Gnocchi, dove studiò per cinque anni. La sua vicenda personale si intreccia a quella delle vittime che ancora oggi sono offese dalle mine sparse nei territori del pianeta. L’intervista ha avuto luogo il 4 aprile 2016, il giorno che l’Onu ha dedicato allo sminamento del mondo.

NARRARE IL TERRITORIO è un progetto di ricerca e raccolta di memorie presso gli anziani di Volano (TN) con la partecipazione delle bambine e dei bambini delle classi V delle Scuole primarie e dei loro insegnanti. Consiste in un approccio laboratoriale, mediante il quale gli allievi acquisiscono gli strumenti per registrare suoni ambientali e per intervistare persone, sperimentando nuove relazioni umane in un clima sereno e spontaneo.

In collaborazione con l’Amministrazione comunale di Volano.