Archivio della categoria: eventi

portobeseno festival

SOAK IN Rosspach Valley

Esplorazioni visive e sonore: residenza e progetto espositivo di Mirko Piffer

Nell’ambito del festival Portobeseno 2017

Valle del Rio Cavallo / Rosspach, 26 – 30 agosto 2017

 

SOAK IN significa immergersi, penetrare.

 

SOAK IN > Mirko Piffer

L’idea di un viaggio di più giorni nella valle del Rosspach trova le sue le radici in un forte richiamo che mi induce a cercare di stabilire un contatto sincero con la terra in cui sono nato e vissuto per la maggior parte degli anni fino ad ora.

SOAK IN è contemplazione della natura, ricerca di connessioni sensoriali, interazione con l’ambiente lasciando ampio spazio all’ispirazione e all’istinto. È un progetto che racconterà il viaggio che farò lungo il Rosspach, partendo dalla foce nell’Adige per arrivare alla sorgente presso Costa di Folgaria.

SOAK IN è un progetto sperimentale di narrazione visiva che avrà come protagonisti la valle e il suo torrente, un oggetto della valle che mi accompagnerà lungo il viaggio e me stesso medesimo.

SOAK IN è un viaggio che durerà cinque giorni e si svolgerà dentro il Rio Cavallo, fuori dai sentieri tracciati, nella totale libertà di movimento e nel rispetto dell’ambiente.

RISORSE

Photoset in progress

Giorno per giorno, il diario (in PDF) di Mirko Piffer

Descrizione esposizione, la locandina (in PDF)

Mappa del Rio Cavallo

Valle del Rio Cavallo / Rosspach, foto di Portobeseno

La valle del Rio Cavallo con il castello di Beseno

 

PORTOBESENO 2017

realizzato con il contributo e il patrocinio di
Regione Autonoma Trentino Alto Adige
Provincia Autonoma di Trento – Assessorato alla Cultura
BIM Adige
Comunità della Vallagarina
Comune di Besenello
Comune di Calliano
Comune di Folgaria
Comune di Volano
Cassa Rurale Alta Vallagarina

www.portobeseno.it
info@portobeseno.ti
mob 340 555 4516

Fabrizio Gaudino, Dialoghi con la Valle

Il festival Portobeseno 2017 in occasione dell’inaugurazione della mostra “Cirillo Grott e la valle del Rosspach” presenta la performance di Fabrizio Gaudino “Dialoghi con la Valle”.

Casa Museo Cirillo Grott
Guardia di Folgaria – mappa
Sabato 12 Agosto 2017, ore 17.30

Fabrizio Gaudino > Dialoghi con la Valle

Dialoghi con la Valle
L’abitato della Guardia è una specie di balcone sugli Altipiani di Folgaria, la vista spazia da castel Beseno alle cime della Vigolana, immersi nelle visioni verdi della foresta della Gon e dei boschi del Finonchio.
Il paesaggio sonoro gode della lontananza dal grande traffico veicolare, ancora oggi i campanili di Mezzomonte e Guardia dialogano con le campane della chiesa di Folgaria.
L’intervento musicale di Fabrizio Gaudino cerca un dialogo con questo paesaggio proponendo delle riflessioni sull’arte che trae ispirazione dai luoghi, da dialoghi tra uomo e natura.

Fabrizio Gaudino > Dialoghi con la Valle

Fabrizio Gaudino
Trombettista diplomato in jazz al Conservatorio di Verona, specializzato al Conservatorio di Trento, e’ di origini casertane ma risiede e lavora da tempo a Rovereto. Collabora stabilmente con molti jazzisti della scena musicale italiana ed ha avuto occasione di incidere vari lavori discografici sia come leader che come sideman. Nell’ anno 2011 ottiene il terzo posto al premio “Massimo Urbani” prestigiosa vetrina internazionale per solisti jazz.

Produzione Portobeseno festival 2017, in collaborazione con Casa Museo Cirillo Grott, Comune di Folgaria e Associazione Valle del Rosspach.

Portobeseno
info@portobeseno.it
mob 340 5554516

Casa Museo Cirillo Grott
angela@grott.net
tel 0464 720190

Flickr Photoset Dialoghi con la valle

Evento Facebook

Fabrizio Gaudino > Dialoghi con la Valle

RADURE 2 – Portobeseno festival 2017

Radure_2
Al Vecchio Mulino

RADURE 2

venerdì
30 giugno 2017
DIETROBESENO

 

Vecchio Mulino del castello di Beseno, ponte sul Rio Cavallo.
mappa

Invitiamo a lasciare le automobili presso il parcheggio di castel Beseno e raggiungere il Mulino con una camminata di 20 minuti circa.

Per raggiungere il mulino si deve percorrere questo sentiero: mappa.

Evento in collaborazione con l’Associazione Delicius di Besenello.

Dalle 14.00 alle 19.00

Beach Rosspach
Un pomeriggio tra bagni e relax al mulino, sulla riva del torrente.
Allestimenti e bradiperie a cura dell’Associazione Delicius.

Dalle ore 20

Gruppo fiati della Banda Sociale di Cavedine
diretto dal Maestro Roberto Garniga
Tra legno e ottone
Incontro sonoro tra due grandi famiglie di strumenti a fiato nel quale, attraverso celebri melodie, si potrà apprezzare il dialogo musicale che speriamo porti felicemente ad un punto di comune accordo.

Dalle ore 21

Pierre Mariétan
CHANT LXV: ma voix résonante, émergente
Tutto intorno a noi, in qualsiasi posto ci troviamo, è udibile una moltitudine di suoni.
Ascoltiamoli, dai più vicini ai più lontani!
Ciascuno di noi è in grado di produrne di ogni qualità con il corpo e con la voce.
Esercitiamo il nostro orecchio al dialogo con l’ambiente sonoro.
Alterniamo suoni e silenzi, per ascoltare, ascoltare gli altri, per ricordarsi dei suoni lontani nel tempo e nello spazio, immaginare l’inaudito, concentrarsi su ciò che stiamo per fare.
Come esito del luogo, la mia voce si unirà alla vostra.

Coro Castel Beseno
diretto da Samuele Masera
La voce dell’acqua
Il suono dell’acqua che scorre nel Rio Cavallo ispira armonia e musica nuova, ma allo stesso tempo piena di ricordi. E’ per questo che bastano delle semplici voci ad amplificare la bellezza che già possiede. Il coro canterà l’incanto della montagna e la bellezza del silenzio nella civiltà moderna, per riscoprire e ascoltare la natura in tutta la sua maestosità.
COVER_PORTOBESENO 2017

BIOGRAFIE – RADURE 2

 

Gruppo fiati della Banda Sociale di Cavedine
Scelto tra i membri di questo storico Corpo Bandistico, è ideato per sperimentare nuovi orizzonti musicali, nuove timbriche e nuovi repertori.

Pierre Mariétan
Studia per la prima volta al Conservatorio di Ginevra nel 1955-60 con Marescotti e successivamente con Pierre Boulez, Bernd Alois Zimmermann, Gottfried Michael Koenig, Henri Pousseur e Karlheinz Stockhausen.
Nel 1966 è stato fondatore del Groupe d’Etude et Réalisation Musicales (GERM) e nel 1979 ha fondato il Laboratoire Acoustique et Musique Urbaine d’École d’Architecture de Paris La Villette, che ha diretto fino al 1990. Mariétan insegnò All’Università di Parigi (I e VIII) dal 1969 al 1988 e all’Ecole d’architettura di Parigi la Villette nel 1993. E’ stato direttore del Conservatorio de Garges (Région parisienne) dal 1972 al 1977 ed è stato docente di Università di Parigi, Lille, Barcellona, ​​Tokyo, Kyoto, Osaka, Università di California San Diego, Ecole Hautes Etudes Sociales Paris, Ecoles Nationales Supérieures des Beaux-Arts et d’Architecture di Parigi, Besançon e Marsiglia e l’École Polytechnique de Lausanne.

Coro Castel Beseno
Nato dalla grande passione per la musica e il canto corale che accomuna tutti i coristi, inizia la sua storia nel gennaio del 2016 nel paese di Besenello. È diretto e preparato da Samuele Masera che propone, a fianco ai canti popolari della montagna e della tradizione trentina, alcune sue composizioni inedite. Il coro prende il nome da quello che negli anni sessanta era il coro “Castel Beseno”.

Samuele Masera
Ha 15 anni ed è di Besenello. Si è avvicinato alla musica all’età di 7 anni ed ha iniziato lo studio del pianoforte a otto anni con l’insegnante Isabella Turso. Attualmente prosegue lo studio del pianoforte presso il conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento sotto la guida della professoressa Maria Rosa Corbolini e frequenta il Liceo Musicale di Trento. Da due anni ha inoltre iniziato lo studio dell’organo con il prof. Federico Maria Recchia. Da sempre è appassionato di musica corale popolare e d’autore e da alcuni anni si diletta a scrivere delle composizioni che hanno per tema la natura, le nostre montagne e i luoghi del nostro paese. Dirige il coro “Castel Beseno” di Besenello.

RADURE 2

Evento realizzato nell’ambito del Portobeseno festival 2017, rassegna RADURE
– leggi tutto il PROGRAMMA

RADURE 3 – Portobeseno festival 2017

Radure_03

Stelderi

RADURE 3

sabato
1 luglio 2017

GUARDIA – località Stelderi
mappa

Parcheggio automobili lungo la strada Mezzomonte – Guardia; 2 km dopo la frazione Foreri.
Un minuto a piedi.

Evento speciale in collaborazione con associazione Valle del Rosspach di Folgaria.

Dalle ore 20.00

Christian Marchi
la luce della sera
installazione – coproduzione Christian Marchi / Portobeseno 2017
“Non è forse bella la casa più modesta, se la guardiamo dal punto di vista dell’intimità? Evocando i suoi ricordi, aggiungiamo valori di sogno” (Gaston Bachelard – La poetica dello spazio)
La camera al primo piano mi fa tornare con forza alla fascinazione per la tematica silenziosa del giardino incolto, della casa, di stanze vuote che incorniciano fantasmi, di interni solitari, ombre diurne, ore immobili e lontananze. La vertigine del mondo sfiora e lambisce; il giovane Rilke chiama questi silenzi il vasto coro dello sfondo. Poesia perduta del tempo per suggerire l’inconoscibile. Per trovare all’esterno e nei ricordi della casa qualcosa di noi stessi. La luce della sera è un mio tentativo di sussurrare qualcosa in questa direzione.

Andrea Port e Francesco Carpentari
Kl@ngPale77e
live set – produzione Portobeseno 2017
Attraverso l’apparecchio tecnologico abbiamo cercato di sintetizzare i suoni della natura per creare dei ritmi e delle armonie ambientali che faranno da cornice ad arrangiamenti di chitarra. Questi saranno a volte strutturati, a volte senza schemi e liberi di dialogare con il paesaggio e le sensazioni del momento. L’acqua, pietra angolare della storia della nostra valle, sarà minimo comune denominatore di questo percorso musicale che toccherà temi come la ciclicità delle stagioni, il dualismo città-montagna e la ricerca di nuove radici, salde e volubili al contempo.

Mono Impala
FRAMMENTI DAL BOSCO
live set – produzione Portobeseno 2017
La costruzione di una storia sonora è un’operazione cognitivamente complessa, che comporta un alto livello di astrazione dei suoni. Da un lato bisogna tenere conto di essi, dei dati a nostra disposizione; dall’altro, si deve contemporaneamente processarli e rielaborarli. Il bosco racconta la sua storia, fatta di fruscii di insetti, di acqua che incontra i sassi nel rio, di uccelli tra le fronde… A noi sta estrarre questi stimoli dal loro ambiente, ricollocarli in nuove coordinate e porli in relazione in un nuovo contesto: il nostro racconto emotivo, strutturato secondo le nostre inferenze narrative.
I suoni ambientali verranno raccolti con microfoni in presa diretta, processati e rielaborati al momento per essere restituiti in una performance musicale quadrifonica.

COVER_PORTOBESENO 2017

BIOGRAFIE – RADURE 3

Christian Marchi
Rovereto, 1975. Diploma quinquennale a indirizzo tecnico conseguito nel 1994. Nel 1998 corso per tecnici teatrali (sezione fonica) a Bolzano e Ravenna. Il grande interesse per il suono è qui approfondito con dei docenti, sia da un punto di vista strettamente fisico e teorico che sotto l’aspetto pratico. In ambito teatrale, dal 1999 fonico e dal 2001 fonico e designer sonoro. Registrazioni sonore, suoni e rumori sia realistici che di fantasia; audio per cortometraggi, lungometraggi e radiofonia, creatività sonora. Field-recordings.

Andrea Port e Francesco Carpentari
Siamo due chitarristi che ricercano nell’improvvisazione la libertà di espressione artistica, nella composizione l’architettura dell’immagine sonora. Ritornati dopo varie esperienze all’estero e altrove, cerchiamo di riflettere vibrazioni con un linguaggio essenziale, ricco di contaminazioni. Differenti suono e timbro ci rendono un duo complementare e atipico.

Mono Impala
E’ un progetto. Passione per la musica elettronica. Ricerca e sperimentazione costanti. Gli strumenti? Sistemi hardware selezionati. Eccher e Krunovar inseguono il suono per spingerlo verso un inconfondibile “oltre-confine”.

Ai Stelderi

Evento realizzato nell’ambito del Portobeseno festival 2017, rassegna RADURE
– leggi tutto il PROGRAMMA