MAPPE LIQUIDE – live audio visual @ MART

Mappe liquide > portobeseno festival 2014

Progetto e live visual a cura di Sara Filippi e Tommaso Rosi
Musiche originali di Luigi Mastrandrea
Produzione Portobeseno 2014-5

Performance visuale dove le proprietà che caratterizzano il liquido, fluidità, elasticità e incomprimibilità, si mescolano metaforicamente ai concetti di identità, frontiera e confine sfumando quei segni di demarcazione che distinguono il limite o la soglia tra diverse realtà tipiche delle mappe geografiche.
La performance sperimenta il rapporto tra materiale e digitale attraverso un lightscreen autoprodotto che consente di andare oltre la fisicità delle composizioni, trasformando la luce e la materia in nuove realtà.
Le immagini utilizzate provengono dagli archivi web di Portobeseno che raccolgono decine di mappe storiche riferite all’Alta Vallagarina.

Mappe liquide

MART Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto

Venerdì 15 maggio, ore 17.00

Partecipazione gratuita

Audio Video performance sui concetti di confine, frontiera, identità per approfondire alcuni dei temi della mostra “La guerra che verrà non è la prima. Grande Guerra 1914-2014”.

INFO
festival@portobeseno.it MOB 340 5554516
eventi@mart.tn.it TEL 0464 454105

live performance
Hyper!ion – hypervimeo
Sara Filippi – diluciemateriali
Luigi Mastandrea – sound design

Portobeseno 2014 > MAPPE LIQUIDE

ARCHIVIO

photoset Flickr “Mappe Liquide @ Portobeseno festival 2014

Portobeseno 2014 > MAPPE LIQUIDE

Al Mart si fondono digitale e analogico nelle mappe della Vallagarina
di Susanna Caldonazzi
fonte: trentino-suedtirol.ilfatto24ore.it

Mondi diversi che si incontrano in modo creativo danno spesso vita a innovazione. E’ accaduto proprio questo con l’incontro tra Sara Filippi e Tommaso Rosi, protagonisti della performance Mappe Liquide, in scena al Mart di Rovereto venerdì 15 maggio alle ore 17.

«E’ stato un incontro tra due mondi diversissimi – racconta Sara Filippi – io vengo dal mondo dell’educazione e della pedagogia, Tommaso dalla scienza. Entrambi avevamo già attraversato la sperimentazione visiva e mettere insieme le nostre attitudini è stato bello».

Sara e Tommaso si conoscono grazie a Davide Ondertoller, ideatore del progetto Portobeseno, associazione e festival che riunisce progetti artistici e laboratori creativi sul territorio, il paesaggio e la memoria individuale e collettiva. Davide mette in connessione Sara e Tommaso e chiede loro di lavorare insieme a un progetto sulla rappresentazione del territorio dell’Alta Vallagarina, mettendo loro a disposizione le mappe dell’archivio web di Portobeseno.
Nasce così Mappe Liquide e, in una prima versione, va in scena a Castel Beseno, a giugno 2014, durante i giorni di festival di Portobeseno.
«Abbiamo realizzato un primo studio lo scorso anno – continua Sara – poi ci abbiamo lavorato ancora e ora il lavoro è ora cambiato in alcune parti e certamente più completo».