Archivio tag: archivi

Calliano – archivio e mappa cartoline storiche

cartoline con tema il paese di Calliano in Vallagarina
archivio di Davide Ondertoller

contenuti speciali: MAPPA – cartoline storiche Calliano

 

La maggior parte delle cartoline è stata pubblicata fra il 1895 e il 1925. E’ questo infatti il periodo d’oro di un fenomeno che è nato con la prima cartolina postale emessa dall’Austria nel 1870. L’Unione Postale Universale calcolava che in quei trent’anni siano state spedite circa 140 miliardi di cartoline.

La produzione per Calliano risulta varia e con vedute molto interessanti per scoprire l’assetto urbanistico e il paesaggio. Cartoline sono direttamente commissionate da commercianti e albergatori della zona, come era di moda all’epoca, offrono visioni particolari ed insolite; altre fanno parte di tematiche standard come le famose “Gruss aus …”, “Saluti da …”, sono di tipo turistico nate con l’intento di promuovere località o intere vallate. Caratterizzate da piccole vedute racchiuse in ovali o quadri che contornavano un piccolo spazio vuoto adibito per un breve testo, un saluto appunto.
Il periodo più felice per questo tipo di cartoline è quello compreso tra il 1895 ed il 1898.
In generale si può affermare che oltre ad essere stata un formidabile e pratico sistema per comunicare notizie e messaggi il fenomeno della cartolina illustrata ha contribuito a far nascere ed accrescere la cosidetta “civiltà delle immagini”.

Da un giornale inglese di fine Ottocento:
La cartolina è invero una missiva molto breve e non cerimoniosa. Non contiene nè preamboli affettuosi nè conclusioni rassicuranti. Comincia senza preludio e finisce senza un commiato. La cartolina postale porta agli estremi la ruvidezza. Non c’è spazio per alcuna gentilezza. Talvolta, si può scrivere su di un cielo blu o si di una strada bianca, ma di solito non c’è spazio per più di un breve sospiro affannoso
– James Douglas

bibliografia
M.Scudiero – Un saluto dal Trentino
V.Bottura – Calliano

 

 

Narrare il territorio 2011 – playlist video

laboratorio e installazione multimediale interattiva di Sara Maino, Davide Ondertoller

in collaborazione con i bambini e le bambine della V classe Scuola Primaria di Calliano, Besenello, Volano e con Istituto Comprensivo Alta Vallagarina

scheda progetto 2010-2011

scheda installazione 2011

mappa interattiva – Meipi.org

Apri lista video playlist NARRARE IL TERRITORIO 2011

 

EM: paesaggi sonori elettromagnetici dalle stelle e dal pianeta Terra / estratto mix

estratto della performance di
Massimiliano Viel
per Portobeseno festival 2011
in collaborazione con Museo Civico Rovereto
 
 

 
 
EM: paesaggi sonori elettromagnetici dalle stelle e dal pianeta Terra / Massimiliano Viel by Portobeseno
 
 
 

 

Viviamo immersi in un oceano invisibile abitato da segnali elettromagnetici (EM) che ci toccano e per cosi’ dire ci abbracciano, che ci attraversano senza darsene cura, senza rivelarci la loro presenza impalpabile. Alcuni di questi segnali giungono da molto lontano nel tempo e nello spazio. Dalla radiazione di fondo, testimonianza dei primi istanti dell’universo e dai ritmi implacabili delle Pulsar, stelle di neutroni che ruotano su se stesse a gran velocità fino al vento solare e allo stesso campo magnetico terrestre, lo spazio intorno a noi risuona, scoppietta, fischia e ruggisce con le voci di corpi celesti, ma anche di celulari, ripetitori, computer e di tutto quanto ha un campo magnetico, come il corpo umano stesso.
In questo live set coordinerò le voci elettromagnetiche terrestri ed extraterrestri (con materiali forniti a cura del Museo Civico di Rovereto) in un paesaggio sonoro mutevole realizzato attraverso un software appositamente sviluppato per gestirne dal vivo la struttura temporale fino a una polifonia di 15 livelli.

 
 
PORTOBESENO 2011
 
 
Massimiliano Viel ha lavorato come compositore, musicista e producer in tutto il mondo, collaborando con ensemble, orchestre e teatri di tutta Europa e con compositori come, tra i tanti, K.Stockhausen e L.Berio. Oltre alla realizzazione di partiture per strumenti acustici ed elettronici, dallo strumento solista alla grande orchestra, si è interessato alla relazione tra musica e le altre forme espressive, realizzando performance e installazioni in stretto contatto con il teatro, il video e la danza. Nel 2001 è iniziata la sua collaborazione con il collettivo di pratiche audiovisive Otolab, con cui ha sviluppato innumerevoli progetti presentati in tutto il mondo.Nel 2002 ha fondato Sincronie, dando vita all’omonima rassegna milanese e alle attività di produzione, formazione e ricerca.
E’ autore di libri e articoli in ambito musicologico e didattico e titolare della cattedra di Elementi di composizione per la didattica al Conservatorio di Bolzano, dove insegna anche nel DIpartimento di Nuove Tecnologie.
Attualmente è PhD candidate all’Università di Plymouth, Inghilterra.

 

Microcosmi – Portobeseno 2011

PORTOBESENO 2011
microcosmi
live audio performance – 17 GIUGNO 2011
PROGRAMMA
Sara Lenzi, Marco Galardi
in collaborazione con Museo Civico di Rovereto

Microcosmi by Loreleisound

Tra gli studi del paesaggio sonoro quello più suggestivo è la teoria delle nicchie. Ipotizza che tutte le specie viventi occupino lo spazio sonoro dato da tutte le frequenze sonore, dalle più gravi alle più acute, dividendoselo in maniera equa ed equilibrata. Ad ogni specie, una nicchia di frequenze per esprimersi e comunicare attraverso il suono. Di tutte le nicchie, si ritiene che la più importante, la più favolosa, la più satura di suoni diversi sia quella degli insetti. Noi, però, dalla nostra nicchia, la sentiamo raramente, e raramente la comprendiamo. Microcosmi vuole portare alla nostra attenzione questa orchestra sonora, la più importante che ci sia in natura, rendendola non solo udibile ma comprensibile, viva, e coinvolgente.
Sara Lenziè sound designer, performer e compositrice elettroacustica. E’ co-fondatrice del blog sounDesign.info, una delle principali risorse on line in lingua inglese per il mondo della progettazione sonora. Nel 2008 ha fondato l’agenzia di design sonoro Lorelei, attiva a livello internazionale nella consulenza alle imprese nei settori del product sound design e product sound branding. E’ docente alla laurea specialistica in Musica e Nuove Tecnologie al Conservatorio di Rovigo.
Marco Galardiè batterista, compositore e sound designer. Si occupa di multimedialità per il teatro multimediale dell’infanzia TPO di Prato con cui è in tour in tutto il mondo. E’ compositore di musiche per cortometraggi e prodotti audiovisivi, autore di numerose produzioni musicali sotto il nome di Pulse e in collaborazione con gruppi internazionali.
In duo, Sara e Marco si sono esibiti per il Capodanno 2011 in piazza della città di Firenze, per la Notte Bianca della stessa città, e partecipato alle installazioni multimediali commemorative del terremoto in Irpinia nel novembre 2010.

 


 

Storie di San Bartolameo 2010

Veronica, studentessa “150 ore” dell’Università di Trento, ha condotto durante il secondo semestre del 2010, una serie di interviste rivolte a studenti stranieri che risiedono nello studentato gestito dall’Opera Universitaria.

Il lavoro di raccolta di storie e memorie, intitolato Storie di San Bartolomeo 2010 è stato ridonato in forma di testo scritto corredato da fotografie raccolte nella rete Web.

L’archivio, promosso da Opera Universitaria e Portobeseno, è stato pubblicato sul blog Jurka/Live Memories dedicato alle memorie vecchie e nuove del quartiere e studentato di San Bartolomeo a Trento.

Oggi Veronica ha pubblicato il documento in PDF in cui sono documentati e raccolti i dialoghi con gli studenti.

Buona lettura !