Archivio tag: dvd

V I N O – dialoghi

Pubblichiamo la playlist di YouTube che contiene le interviste prodotte dal progetto

V I N O
il lavoro è stato presentato per la prima volta durante una serata del festival Portobeseno 2008

ricerca, interviste
Davide Ondertoller, Michele Trentini

regia
Michele Trentini

prodotto da
associazione Libera Mente
festival Portobeseno 2008

in collaborazione con
le amministrazioni comunali di Besenello, Calliano e Volano in Vallagarina
Provincia autonoma di Trento – Assessorato alla Cultura
Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

________
Contenuti disponibili, dialoghi con
Pio Piffer

la famiglia Piffer di Besenello coltiva la vite e produce vino da generazioni
Eugenio Rosi

viticoltore artigiano, la cantina di affinamento vini è in palazzo storico di Calliano
Luigi Roncador

direttore della cantina sociale di Aldeno
Adriano Orsi

dirigente nella cooperazione trentina, presidente Cavit
Lorenzo Pallaver

direttore commerciale winestore a Villalagarina.

 

 
apri playlist su YouTube in una nuova finestra, guarda le singole interviste .

portobeseno @ museo storico trentino

La Fondazione Museo storico del Trentino promuove una conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto
PORTOBESENO viaggio tra fonti storiche e sorgenti web.

 

Il progetto è stato realizzato dall’Associazione culturale Libera Mente in collaborazione con le amministrazioni comunali di Besenello, Calliano e Volano, l’Assessorato alla cultura della Provincia autonoma di Trento, la Cassa rurale Alta Vallagarina e la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

 

la conferenza stampa  si terr
martedì 29 gennaio 2008 alle ore 11.00

presso Format Centro audiovisivi della Provincia automa di Trento, via Zanella 10/2

parteciperanno:
·    l’assessore alla cultura e Vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Margherita Cogo;
·    i curatori del progetto Sara Maino e Davide Ondertoller
·    il sindaco di Besenello Carmen Manfrini (in rappresentanza delle istituzioni comunali coinvolte)

set fotografico Portobeseno : installazioni sonoreLA RICERCA E LE INSTALLAZIONI SONORE NEL CASTELLO DI BESENO IN TRENTINO

Nel corso del triennio 2005-07 sono state intervistate quindici persone nei paesi di Besenello,Calliano, Volano e Folgaria, per abbozzare un paesaggio identitario della Vallagarina tra gli anni trenta e settanta del Novecento.

La ricerca si è focalizzata su aspetti diversi: feste e tipi di divertimenti, descrizioni del castello di Beseno, racconti di guerra e vicende partigiane; racconti di lavoro, di operai della Michelin e di pastori, di donne coraggiose e personaggi scomodi; narrazioni sulle identità dei paesi legate alle attività economiche, alla posizione geografica; testimonianze sui mutamenti sociali dopo il boom economico; riflessioni sul senso di appartenenza ad una comunità, ai significati e ai valori incarnati da una tradizione che forse non corrisponde più all’identità culturale della valle.

Nelle storie di vita narrate dai testimoni sono apparsi subito evidenti alcuni nessi che aiutano a cogliere il significato del ricordare come attività del tempo presente con cui costruire senso, confronto, apprendimento e in cui potersi rispecchiare. Infatti «le fonti orali sono importanti e affascinanti precisamente perché non si limitano a ‘testimoniare’ sui fatti ma li elaborano e ne costituiscono il senso attraverso il lavoro della memoria e il filtro del linguaggio».

Per restituire alle comunità le storie raccolte e i significati, le trame, i nessi venuti alla luce nel corso della ricerca, nell’arco del triennio sono stati ideati tre tipi di installazioni sonore. Le installazioni hanno caratteristiche interattive, sinestesiche e fortemente partecipative.

 

GALLERIA IMMAGINI

 

VIDEO
Progetto Lagarina sonoraTESTO (*.pdf)

 

lagarina sonora – dvd


INSTALLAZIONI SONORE

     

Memoria di lingua e feste – 2005

Udire-ascoltare. Le memorie e la loro restituzione – 2006

Lasciare tracce. Interconnessioni mnestiche – 2007

 

a cura di  Sara Maino

 

in collaborazione con:

comune di Besenello – comune di Calliano – Provincia autonoma di Trento

cassa rurale Alta Vallagarina – fondazione Caritro

 

produzione Portobeseno

Associazione Culturale Libera Mente – Calliano TN

http://portobeseno.it  –  info@portobeseno.it

 

 

immagini installazioni:

2007 – lasciare tracce, interconnessioni mnestiche

2006 – udire – ascoltare

2005 – memoria di lingue e di feste

 

video di presentazione:

2007 – www.youtube.com/watch?v=vKCBzq6Ypb4

2006 – www.youtube.com/watch?v=ZrAC-fG__NU

2005 – www.youtube.com/watch?v=C7cvdyKFfSU
copertina DVD - installazioni audio - Portobeseno 2005/2007

 

Installazioni sonore ideate e create da Sara Maino per la restituzione di una ricerca sulla memoria individuale e collettiva svolta in Vallagarina in Trentino tra il 2005 e il 2007.

 

la banda sociale di Calliano

 

Lo spunto di tale ricerca è nato dalla scoperta di una fotografia che ritrae un gruppo di persone durante una gita al castello di Beseno nel 1928. Con curiostità Davide Ondertoller e Sara Maino hanno indagato intorno a questi fenomi di aggregazione nel castello ormai in rovina.

 

I progetti sulla memoria per Portobeseno sono legati a due fondamentali aspetti: il lavoro di ricerca sul campo e la sua restituzione alla comunità attraverso uno studio creativo artistico.

produzione Portobeseno  – Associazione Culturale Libera Mente – Calliano TN

 

Portobeseno in DVD

ITALIANS DO IT BETTER – DVD

OPTRONICA 2007

www.digicult.it/idib.asp

www.optronica.org

DIGICULT & VJCENTRAL.IT

Italians Do It Better

Installation @ Optronica Lounge Area

Il DVD e’ curato da Digicult (Marco Mancuso) e Vjcentral.it (Silvia Bianchi)

Il progetto ITALIAN DO IT BETTER, e’ la prima collaborazione tra una realta’ italiana e il festival Optronica, una delle piu’ importanti realta’ internazionali nell’ambito dell’arte elettronica performativa.

Il dvd-installazione e’ il prodotto di una accurata selezione che ha portato alla scelta di sei progetti audiovideo italiani rappresentativi della fertilita’ artistica del nostro territorio. Uno sguardo su alcuni tra i piu’ interessanti artisti italiani attivi nel campo della sperimentazione audiovisuale attraverso la proiezione di sei videoclip realizzati su commissione da Tibor Fabian (Elec), Kinotek, Mylicon/En, Tez, Quayola e Otolab sulle tracce di Autobam, Emanuele Errante, Daniela Cattivelli e Minimono. Ogni videoclip e’ focalizzato sulla profonda e radicale convergenza di audio e video, con vari tipi di approcci estetici, da quelli piu’ minimali a quelli piu’ glitch a quelli infine piu’ narrativi.

Negli ultimi anni, la situazione Italiana delle performance live e dei progetti audiovisivi si e’ radicalmente modificata. Dai primi pionieri fino allo spettro attuale di musicisti elettronica, video artisti, graphic designers, animatori digitali, djs e vjs, lo stato dela arte e’ al momento piuttosto ricco e vitale. Molti nuovi eventi, festival e club nights stanno nascendo in tutto il paese, seguendo il trend attuale verso i nuovi media e le nuove forme di comunicazione digitale. Allo stesso tempo, molti di questi artisti, per moltissime ragioni interne al nostro paese, non hanno molte chance di mostrare i loro lavori e progetti fuori dalla Italia, nei principali festival e contesti internazionali. Non stiamo parlando di pochi e rari casi isoltati, ma di un intero movimento che negli ultimi anni e’ cresciuto, ha fatto le sue esperienze, ha condiviso contenuti ed e’ ora pronto per mostrarsi a livello internazionale.

ITALIAN DO IT BETTER e’ una panoramica sulle possibilita’ sinestetiche di sincronizzazione audio video e utilizzo eclettico di codici e software: cosi’ in IDNLNY, video realizzato dai due artisti del collettivo Elec, Tibor Fabian ed Autobam, gli oggetti sono programmati in action script e il loro movimento viene controllato dal segnale audio che e’ convertito in forma di valori numerici. Per Linfa, Mattia Casalegno (Kinotek) realizza un software che permette il real-time video processing e analizza le sonorita’ del musicista Emanuele Errante. CF#1_1 e’ il sound reactive video painting realizzato da Tez, un software programmato a mano genera un dipinto in continua trasformazione che reagisce in tempo reale al suono. Otolab presentano per la prima volta Field, un video generativo in cui lo spazio 3-D si riempe di segnali a bassa frequenza e interferenze radio. Quayola lavora sulla traccia di Minimono trasformando in 151.01 ogni layer in una specifica animazione grafica. Infine Lino Greco interpreta il suono di Daniela Cattivelli (Mylicon/EN) utilizzando per Portobeseno video, fotografia e film in Super8.

Una panoramica varia che ha come obiettivo quello di promuovere il lavoro dei nostri artisti nei festival stranieri e di fare un primo passo concreto nella diffusione della cultura elettronica italiana all?estero.

www.tez.it

www.kinotek.it

www.otolab.net

www.elec.it

www.quayola.com

www.myliconen.it

Il progetto NA-TE NAtural TEchnology prodotto da Portobeseno e andato in scena venerdi 16 giugno 2006  al Castello di Beseno (qui il link allo scheda dello spettacolo) è stato selezionato per un concorso a Berlino.

T-Rex Short Movie Challenge 2006 short film contest

Berlin – Wednesday, 15th November 2006

Thanks the influence of technologic devices, as electronic and digital, new production takes place in our culture, today more than before concentrate on video-art. New experiences, between art and mass-media through new technologies, become audio-video energies. In particular short films have more and more importance on our culture.

The first edition of this short film contest within the topic “La Zingarata, make your tourism bizarre” has the aim to propose the italian film culture in a young atmosphere. T-Rex Galerie joins the italian film culture with the most important italian house music label: Tenax Recording (Florence). Through this new language between short film and house music, the watcher could get new exchange of feeling.

With the digital technology explosion and the new digital instrument for the final user, concerning video editing and shooting, today young movie makers with new ideas could test them creativity. T-Rex Galerie will present a new place where short films meet house music in a suggestive location.