Archivio tag: memoria sociale

Narrare Vigolo Vattaro

I N V I T O

“Narrare il territorio”
Il paesaggio come laboratorio

A P P U N T A M E N T O
Mercoledì 26 ottobre
Ore 20.30 Auditorium comunale Vigolo Vattaro

P A R T E C I P A N O
i bambini e le bambine della Classe V elementare – Polo  elementare  di Vigolo Vattaro
insegnante Bruno Bridi
Franca Rigotti
Davide Ondertoller e Sara Maino
i testimoni Saverio Demattè, Carmen Rigotti, Gregorio Rigotti e Letizia Zamboni

P R E S E N T A N O
l’archivio multimediale – geoblog realizzato attraverso un laboratorio territoriale svolto nel 2011 sul territorio di Vigolo Vattaro

geoblog meipi > vigolo vattaro

La mappa realizzata con il laboratorio si propone di segnalare la biografia dei luoghi attraverso le storie e l’esperienza di vita della gente. La biografia che il testimone traccia del luogo scelto, attraverso il racconto della propria esperienza di vita e di lavoro, si intreccia con la sua storia personale e con le vicende e la storia di tutta la comunità (a livello economico, sociale,  antropologico, culturale, ecologico).
La mappa è corredata anche di segnaposto che indicano toponimi, vecchie e nuove fotografie, suoni ambientali, racconti (come quelli dedicati ai “luoghi del cuore”) notizie e informazioni.

NARRARE IL TERRITORIO
alla scoperta di Vigolo Vattaro

info e immagini del progetto

playlist youtube

evento promosso e finanziato da
Biblioteca Intercomunale di Vigolo Vattaro

in collaborazione con
Istituto Comprensivo di scuola elementare e media di Vigolo Vattaro

progetto realizzato da
Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web

 

 

 

video di Narrare il Territorio 2011

Ecco i nuovi video prodotti da Portobeseno 2011 durante il laboratorio NARRARE IL TERRITORIO, ideato e condotto da Sara Maino e Davide Ondertoller,  in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Alta Vallagarina e con la partecipazione delle classi Quinte delle scuole Primarie di Besenello, Calliano e Volano. Il laboratorio è stato finanziato dai Comuni di Besenello, Calliano e Volano e dalla Fondazione Caritro “bando memoria delle comunità”.

Anche quest’anno siamo andati alla scoperta del territorio dell’Alta Vallagarina in compagnia di testimoni che ci hanno raccontato anedotti, storie di vita e informazioni sui luoghi che abbiamo visitato.

Anche quest’anno abbiamo raccolto e documentato queste informazioni con registratore audio e macchina fotografica. Oltre alle interviste ai testimoni abbiamo anche registrato dei suoni ambientali. Tutti i contenuti multimediali sono stati inseriti in un geoblog, una specie di diario georeferenziato. La nostra idea è di offrire alle comunità dell’Alta Vallagarina un diverso approccio nel leggere e scoprire il territorio, ponendo l’attenzione verso il paesaggio, naturale o umano che sia.

I contenuti di NARRARE IL TERRITORIO

video caricati su youtube

fotografie

mappa virtuale

 

Attiva @ castel Beseno, fino al 30 settembre 2011, la nostra installazione che mostra i contenuti raccolti durante il laboratorio Narrare il Territorio. L’installazione si configura come una mappa dell’Alta Vallagarina che ospita dei particolari segnaposto, selezionando dei pulsanti sparsi sulla mappa si accede ai video prodotti durante il laboratorio territoriale.

 

 

Narrare il territorio 2011 – playlist video

laboratorio e installazione multimediale interattiva di Sara Maino, Davide Ondertoller

in collaborazione con i bambini e le bambine della V classe Scuola Primaria di Calliano, Besenello, Volano e con Istituto Comprensivo Alta Vallagarina

scheda progetto 2010-2011

scheda installazione 2011

mappa interattiva – Meipi.org

Apri lista video playlist NARRARE IL TERRITORIO 2011

 

In distruzione @ Trento Film Festival

Trento Film Festival (28 aprile – 8 maggio)
Sezione Orizzonti Vicini

Cinema Modena – Sala 2
martedì 3 maggio · 21.30

In distruzione
di Luigi Pepe e Eugenio Maria Russo, 39′
A Trento c’è un quartiere che ha due facce e due grafie: San Bartolameo/San Bartolomeo. Se si parla di San Bartolameo si intende il nuovissimo studentato dell’Opera Universitaria di Trento. San Bartolomeo indica invece la parte più vecchia del quartiere, costituita da case popolari costruite nel secondo dopoguerra e chiamate comunemente “palafitte” per la loro struttura a piloni. Oggi le palafitte sono disabitate, perché il Comune ha deciso di abbatterle, a favore di un nuovo progetto urbanistico. L’incertezza per il futuro del quartiere nelle voci degli ex abitanti delle palafitte, l’incertezza per il proprio futuro nelle voci degli studenti, arrivati a Trento per iniziare a costruirsene uno, lontano dalla famiglia e dagli amici di sempre.

scheda documentario – Jurka/LiveMemories – progetto La memoria di San Bartolomeo 2010

l’evento su Facebook

Storie di San Bartolameo 2010

Veronica, studentessa “150 ore” dell’Università di Trento, ha condotto durante il secondo semestre del 2010, una serie di interviste rivolte a studenti stranieri che risiedono nello studentato gestito dall’Opera Universitaria.

Il lavoro di raccolta di storie e memorie, intitolato Storie di San Bartolomeo 2010 è stato ridonato in forma di testo scritto corredato da fotografie raccolte nella rete Web.

L’archivio, promosso da Opera Universitaria e Portobeseno, è stato pubblicato sul blog Jurka/Live Memories dedicato alle memorie vecchie e nuove del quartiere e studentato di San Bartolomeo a Trento.

Oggi Veronica ha pubblicato il documento in PDF in cui sono documentati e raccolti i dialoghi con gli studenti.

Buona lettura !