Archivio tag: microstorie

portobeseno @ biblioteca civica rovereto

in esposizione presso
Biblioteca civica di Rovereto
maggio/giugno 2010

TECA SONORA MICROSTORIE DAL PAESAGGIO
Voci della memoria, suoni dal paesaggio

ideazione/editing Sara Maino

installazione sonora cm 80x80x12
plexiglas, ottone, neon

Progetto Microstorie dal paesaggio
di Sara Maino e Davide Ondertoller
Portobeseno 2009

L’installazione su Neapolis – Rai 3
 

 

microstorie


MICROSTORIE DAL PAESAGGIO

installazione sonora
Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web


scheda
progetto
set audiofoto
immagini


Esposizioni:


Castello di Beseno in Trentino
Festival Portobeseno 2009 > 19 ottobre – 8 novembre 2009

Roma, Tempio di Adriano > 8 – 9 ottobre 2009
Performingroma

Firenze, Fortezza Da Basso > 16 – 17 ottobre 2009
Festival della Creativit

VIDEO, presentazione installazione, di Sara Maino

VIDEO, presentazione Performing Media Roma, di MuVideo

Passeggiata Romana, audiofoto di Sara Maino e Davide Ondertoller

PUNTATA del 15/10/2009 di Neapolis, RaiTre – minuti 8 e 40

 

MICROSTORIE DAL PAESAGGIO

PORTOBESENO festival
edizione 2009

 

MICROSTORIE DAL PAESAGGIO

installazione sonora

scheda

audiostorie e cartografia lagarina
progetto di Sara Maino e Davide Ondertoller
ideazione installazione / editing audio di Sara Maino
realizzazione installazione Lampa Snc, Beniamino Conci

inaugurazione sabato 12 settembre 2009

Castello di Beseno, Casa delle Guardie
12 settembre – 8 novembre 2009
lunedì chiuso

Il progetto si configura come un’indagine sul rapporto tra memoria e percezione del territorio lagarino e sui meccanismi di perdita/cancellazione dell’ambiente e del paesaggio sonoro.
L’installazione Microstorie dal paesaggio offre brevi racconti audio e frammenti di suoni ambientali riferiti a luoghi dell’Alta Vallagarina legati al castello di Beseno: la comunità di Besenello, Malga Palazzo e la Scanuppia, il Rio Cavallo/Rossbach, i vecchi mulini fluviali di Dietrobeseno e Calliano.
La proposta ha come obiettivo la salvaguardia e la rappresentazione della memoria di tali luoghi e del loro ambiente sonoro, fotografandone la situazione attuale come in uno studio di ecologia acustica; essa vuole indurre ad operare una ricognizione sulla memoria a partire dai luoghi che sono o sono stati di valore individuale e collettivo e conservano significati culturali, sociali, affettivi.
Il progetto Lagarina Sonora ha preso l’avvio nel 2005 con la raccolta delle storie di vita relative al castello di Beseno raccontate dalla gente che l’ha vissuto tra gli anni trenta e ottanta del Novecento.
La fase restitutiva attuale contempla la valorizzazione delle storie di vita attraverso la loro collocazione nel territorio di provenienza. Ciò allo scopo di registrarne i cambiamenti epocali, suggerire mappe emozionali, riconoscimenti, la possibile ricomposizione di frammenti del vissuto o anche la creazione di nuove storie e trame attraverso l’incrocio dei dati.