Archivio tag: paesaggio sonoro

Fabrizio Gaudino, Dialoghi con la Valle

Il festival Portobeseno 2017 in occasione dell’inaugurazione della mostra “Cirillo Grott e la valle del Rosspach” presenta la performance di Fabrizio Gaudino “Dialoghi con la Valle”.

Casa Museo Cirillo Grott
Guardia di Folgaria – mappa
Sabato 12 Agosto 2017, ore 17.30

Fabrizio Gaudino > Dialoghi con la Valle

Dialoghi con la Valle
L’abitato della Guardia è una specie di balcone sugli Altipiani di Folgaria, la vista spazia da castel Beseno alle cime della Vigolana, immersi nelle visioni verdi della foresta della Gon e dei boschi del Finonchio.
Il paesaggio sonoro gode della lontananza dal grande traffico veicolare, ancora oggi i campanili di Mezzomonte e Guardia dialogano con le campane della chiesa di Folgaria.
L’intervento musicale di Fabrizio Gaudino cerca un dialogo con questo paesaggio proponendo delle riflessioni sull’arte che trae ispirazione dai luoghi, da dialoghi tra uomo e natura.

Fabrizio Gaudino > Dialoghi con la Valle

Fabrizio Gaudino
Trombettista diplomato in jazz al Conservatorio di Verona, specializzato al Conservatorio di Trento, e’ di origini casertane ma risiede e lavora da tempo a Rovereto. Collabora stabilmente con molti jazzisti della scena musicale italiana ed ha avuto occasione di incidere vari lavori discografici sia come leader che come sideman. Nell’ anno 2011 ottiene il terzo posto al premio “Massimo Urbani” prestigiosa vetrina internazionale per solisti jazz.

Produzione Portobeseno festival 2017, in collaborazione con Casa Museo Cirillo Grott, Comune di Folgaria e Associazione Valle del Rosspach.

Portobeseno
info@portobeseno.it
mob 340 5554516

Casa Museo Cirillo Grott
angela@grott.net
tel 0464 720190

Flickr Photoset Dialoghi con la valle

Evento Facebook

Fabrizio Gaudino > Dialoghi con la Valle

Portobeseno @ Firenze

INTERNATIONAL SYMPOSIUM ON SOUNDSCAPE

 

EX3 – Viale Giannotti 81/83/85 50126 Firenze-Italia
Videos & Sound Installations May 20-22 2011

SOUND INSTALLATION

abstract

Sara MAINO Davide ONDERTOLLER

Microstorie dal paesaggio

sound installation
audio stories and cartography, pictures, Plexiglas, neon, transducer, brass; cm 80 x 80 x 12 conceiving and editing: Sara Maino
project “Microstories from the landscape” by Sara Maino and Davide Ondertoller
Production Festival Portobeseno 2009
This installation offers short life stories and landscapeʼs sounds of Alta Vallagarina Valley in Trentino:
among them the community of Besenello, the mountain of Scanuppia, the Cavallo/Rossbach river, the old mills of Dietrobeseno and Calliano, the National Road SS 12 near Castelpietra.
The Plexiglas “sound box” is interactive and it can be placed on any kind of support.
There is a map printed inside the box with six buttons.
By pressing the buttons you can listen to two different sounds coming from that point recalling one the peopleʼs memory and the other the sound of the environment respectively. The sound is created inside the doors that close the box.
This installation records the valleyʼs change orally told by local people. This has a main target: to represent and preserve the memory of those places which are important for a community through researches and creativity.
It invites people to discover a territory, it explores emotional maps, it may suggest and recall new stories and reconstruction of past way of living reassembling fragments of life.
The project “Microstories from the landscape” is a research and a collection of memories of the Vallagarinaʼs Community started since 2005. It is enriched by reflections on landscape’s situational.
The project started in 2005 with a research among elderly living within the Community of Vallagarina and was followed by a collection of stories of life between the ’30th an 80th of last century around the area of Beseno’s castle.

fonte: http://www.paesaggiosonoro.it/keepanearon/abstract.php?id=218


_

PAESAGGIO SONORO

PAESAGGIO SONORO
di Attilio Migliorati_arteriacommunity

Senza dubbio la nostra è la cultura più satura di suoni che l’umanità ha conosciuto nel corso dei secoli. Lo sviluppo industriale prima, la rivoluzione elettronica del secolo passato poi hanno contribuito all’incremento di suoni percepibili.
Lo sviluppo tecnologico ha in parte migliorato la qualità della vita delle persone, pagando però un prezzo alto in termini di tutela della natura. La questione ecologica, oltre ad interessare lo stato dell’aria, della terra, delle acque, interessa anche la dimensione sonora.
Questo contributo ha lo scopo di porre in luce l’importanza dei soundscape studies, studi sul paesaggio sonoro, come sensibilizzazione ad una coscienza acustico-ambientale.
Il termine paesaggio sonoro, coniato dal musicologo e compositore canadese Murray
Schafer, fa riferimento alla totalità dei suoni che ci circondano, dai suoni del proprio corpo fino al tuono più distante. In questa definizione viene quindi compresa anche la dimensione organizzata del suono, cioè la musica.
Tali studi, di natura prettamente pluridisciplinare, non sono ancora molto diffusi in Italia, sia nella pratica di ricerca sia nell’elaborazione di percorsi formativi, malgrado ne risulti evidente l’importanza nella progettazione urbanistica e nella gestione sociale dell’ambiente in cui siamo immersi. Delle strategie concrete per il design acustico renderebbero l’ambiente sonoro non solo un ambiente sano ma anche un ambiente interessante da un punto di vista estetico. E’ possibile attuare progetti creativi a partire dall’analisi del paesaggio sonoro, per arrivare alla consapevolezza che la dimensione acustica che ci circonda è un patrimonio da gestire con intelligenza e rispetto, proprio come gradualmente impariamo a fare con gli altri elementi del nostro ecosistema.
La valorizzazione e l’interpretazione critica delle peculiarità acustiche di un territorio contribuisce a ridare importanza alla pratica dell’ascolto e agli aspetti sociali della produzione sonora, favorendo il processo di appropriazione della nostra identità culturale e la capacità di comprensione dell’identità altrui.

riferimenti:

comunanze.net
Viaindustriae.it.
arteriacommunity.wordpress.com