Archivio tag: rassegna stampa

alla scoperta di Corviale

Urban Experience - Corviale Roma

“Lo chiamano anche il “serpentone” perché si snoda, trasversale alla via Portuense che porta verso il mare, in una massa edificata che ha del totemico, un paradosso post-metropolitano. Quella esplorazione ludico-partecipativa, definita walk show nel progetto d’intervento di Urban Experience, s’è svolta nell’ambito del CorvialeUrbanLAB, combinato con un evento di creatività giovanile promosso da MarteLive che ha ospitato anche un intervento di Workinproject.
L’azione era stata anticipata nel dicembre scorso, di mattina, con i i bambini delle scuole elementari con cui era stato realizzato nel 2010 un geoblog: una mappa emozionale sviluppata da Urban Experience e composta dalle fotografie e le registrazioni audio con la regia dei mediamaker di Portobeseno. E’ grazie ad un intervento simile che s’è conquistata la fiducia del quartiere che ha permesso un happening in un orario cosi estremo (mezzanotte) in una periferia così estrema.”

leggi tutto l’articolo di Carlo Infante – Una passeggiata radioguidata per rilevare lo spettacolo della città

scrivere storie nelle geografie < urban experience

cantiere sulla memoria del territorio in rete

Azioni di urban experience per il rapporto tra Memoria/Reti/Territorio una produzione dell’ Associazione di promozione sociale Urban Experience per Roma Capitale in collaborazione con il Museo Laboratorio della Mente – ASL ROMA e con il patrocinio di MUNICIPIO XIX ROMA

con la partecipazione di Davide Ondertoller e Sara Maino del progetto “Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web”.

scheda evento – S.Maria della Pietà Roma
scheda evento – Corviale Roma

memoria-reti-territorio dal Trentino a Roma – articolo sull’Unità di Ella Baffoni – 20 gennaio 2012

APPUNTI SU “EntrareFuori. Cantiere sulla memoria del territorio in rete” – LEGGI

 

il progetto Portobeseno per Corviale 2010 – Urban Experience Roma

audiofoto @ s.Maria della Pietà 2012, di Portobeseno

guarda tutte le interviste

_

altre risorse:
Entrare Fuori e CorvialeUrbanLab – due passeggiate nell’architettura articolo di Movimento per l’architettura contemporanea

immagini  dell’evento al Museo Laboratorio della Mente

immagini walk show a Corviale – fotografie di Fedele Congedo, membro di Città Fertile

tag-wall #entrarefuori di VisualPaco

 

 

 

 

PORTOBESENO 2011 immagini

Ospitata nell’archivio fotografico di Flickr una selezione di immagini che raccontano l’edizione 2011 del festival Portobeseno:

Portobeseno festival – edizione 2011
viaggio tra fonti storiche e sorgenti web

castello di Beseno in Trentino

venerdì
17 giugno e 24 giugno

Portobeseno 2011 – tutti i progetti

_

comunicato PORTOBESENO 2011

PORTOBESENO FESTIVAL > 17 + 24 giugno 2011 < castello di beseno

Portobeseno festival – edizione 2011
viaggio tra fonti storiche e sorgenti web

castello di Beseno in Trentino

PRIMA PARTE
venerdì
17 giugno

SECONDA PARTE
venerdì
24 giugno

orario 20 – 24
ingresso libero

______________

PROGRAMMA COMPLETO

DOWNLOAD (*.pdf)
comunicato stampa
manifesto
flyer

immagini del Castello di Beseno
1
2
3

______________

PORTOBESENO FESTIVAL 2011

Il castello di Beseno in Trentino torna ad ospitare il festival Portobeseno giunto quest’anno alla sesta edizione. La rassegna continua ad indagare tematiche quali la memoria, i suoni, le percezioni del territorio, raccontandole con tecnologie multimediali.

Quest’anno la rassegna si arricchisce di nuove collaborazioni. Il Museo Civico di Rovereto ha donato particolari archivi sonori: i suoni degli insetti e i radio suoni dalle stelle e dai pianeti. I nuovi archivi saranno utilizzati per produrre un’installazione sonora quadrifonica a cura del professor Mauro Graziani e dei suoi allievi della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio Bonporti di Trento. L’installazione utilizzerà un particolare software per riprodurre i paesaggi sonori (“soundscape machine”) creato dallo stesso Graziani.
Gli stessi suoni saranno oggetto di due prestigiosi concerti elettroacustici: il 17 giugno a cura di Sara Lenzi e Marco Galardi (Bologna) mentre il 24 giugno sarà la volta di Massimiliano Viel (Milano). Queste performance saranno ospitate nel Bastione Centrale di Beseno.

Il musicista Stefano Zorzanello propone un’installazione audio, ospitata nella Porta Scura, che utilizza i suoni ambientali della Vallagarina che scandiscono i tempi degli esseri umani. Sono suoni che agiscono sul comportamento sociale della comunità, che in qualche modo ne hanno dettato il ritmo dei comportamenti e delle azioni.

Durante la prima serata del festival, il 17 giugno alle ore 20.30, presso la Casa delle Guardie, sarà inaugurata l’installazione multimediale “Narrare il territorio 2011” frutto della collaborazione con l’Istituto Comprensivo Alta Vallagarina. Durante il mese di maggio Sara Maino e Davide Ondertoller hanno condotto diverse gite didattiche con i bambini di Quinta delle scuole Primarie dei paesi di Besenello, Calliano e Volano alla ricerca di storie e di suoni del territorio. I bambini hanno incontrato anziani che vivono in luoghi specifici del territorio, sono state registrate così audiostorie e aneddoti riferiti a particolari periodi storici e contemporaneamente sono stati registrati i suoni ambientali. Il frutto del laboratorio è una mappa sonora interattiva, costruita come una vecchia lavagna scolastica, che propone otto videoclip di audiostorie intrecciate a disegni, immagini e voci di generazioni diverse. La mappa è presente anche in Internet. Il prodotto del laboratorio “Narrare il territorio” vuole tutelare quindi non solo la custodia, ma anche il trasferimento dei valori scaturiti dagli incontri tra i bambini e i vecchi ad una mappa più estesa, quella della Rete, affinché il patrimonio di conoscenze e scoperte sia condiviso ed accessibile a tutti.
L’installazione, a cura di Sara Maino e Davide Ondertoller, sarà visitabile fino al 30 settembre 2011.

Nelle due serate a castello saranno attive le inedite installazioni multimediali di Mylicon/EN, Funambolo G e Cesare Carli.
Nel bastione sud del castello sarà presentato anche il progetto “H2O DUB” di Radio Fontani che mescolerà in un’inedita performance sonorità dub con il suono delle fontane di Besenello, Calliano e Folgaria.

Il duo Marco di Battista & Zuth propone una particolare ambientazione visiva della torre sud del castello. Il progetto utilizza video ispirati ad oggetti legati al tempo e al territorio che dialoghino con lo spettatore. Il risultato è una visione, che interagisce con il live DJing e che miscela materiale video pre-montato con riprese live durante la serata. Produzione di Alice Colla – lucinaria.

Sempre dal Bastione Sud la manifestazione sarà seguita e trasmessa in streaming audio da Sanbaradio, la radio degli studenti universitari di Trento. Sanbaradio propone inoltre interviste audiovisive utilizzando la tecnologia Skype a trentini che sono, per varie ragioni, in giro per il mondo. Selezioni musicali a cura di Sergio Sparano e Alessandro Masera.

PROGRAMMA COMPLETO

info@portobeseno.it
mob 340 555 45 16

Il progetto Portobeno 2011 è sostenuto da
Provincia Autonoma di Trento – Assessorato alla Cultura
Comune di Besenello
Comune di Calliano
Comune di Volano
Comunità della Vallagarina
BIM dell’Adige
Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto
Cassa Rurale Alta Vallagarina
Opera Universitaria Trento
Il Funambolo, Trento
Libero Pensiero, Besenello

 

Portobeseno @ Ottobrata Romana

Portobeseno presenta un laboratorio multimediale destinato ai bambini della Scuola Elementare “Mazzacurati” di Corviale. Il lavoro si inserisce nella manifestazione “Urban Experience per l’Ottobrata Romanain programma a Roma dal 13 al 17 ottobre 2010.

Assieme ai bambini verranno realizzate delle microstorie intervistando anziani e persone del quartiere, registrando anche i suoni ambientali che caratterizzano Corviale. Le voci e i suoni saranno pubblicati sul geoblog di “Performing Roma” per creare una “mappa della comunità”.



Le microstorie di Arvalia per il geoblog

Urban Experience nell’ambito del progetto Performing Arvalia presenta un’attività di laboratorio rivolto ai ragazzi delle scuole elementari per raccogliere le memorie orali e i paesaggi sonori del territorio, da utilizzare all’interno di una presentazione della mappa interattiva del quartiere presso il Mitreo di Corviale e in parte nel percorso teatrale radioguidato che si svolgerà al Forte Portuense (15-16-17 ottobre).

L’azione avrà questo piano d’intervento:
12, 13, 14 ottobre, ore 10-12,30, all’interno della scuola, set di registrazione audio e incontro con i protagonisti da cui trarre le “microstorie” da inserire nelle geografie del geoblog.

Il 13 o il 14 si prevede un’uscita (max 2 ore) nei pressi della scuola per registrare rumori del territorio: il paesaggio sonoro. L’individuazione di alcuni di questi rumori si svolgerà con l’intervento dell’architetto Tiziana Amicuzi di Urban Experience.

Il 15 ottobre alle ore 10, presso il Mitreo di Via Mazzacurati (di fronte alla scuola) verrà presentata l’esperienza e videoproiettato il geoblog con l’ascolto dei paesaggi sonori alla presenza del Presidente del XV Municipio, assessori e giornalisti. Alle ore 11.30 si salirà sull’autobus 786 ATAC che ci aspetta di fronte all’uscita del Mitreo per andare a Forte Portuense per partecipare all’anteprima di Performing Arvalia, percorso teatrale radioguidato che si svolgerà al Forte Portuense alle ore 12 (durata 55′). Il ritorno è previsto con l’autobus di lnea che ferma di fronte al Forte.

Microstorie di Arvalia
il paesaggio urbano come laboratorio di piccole narrazioni da riportare nel web

Laboratori ludico-multimediali di Sara Maino e Davide Ondertoller di Portobeseno festival

Destinatari:
Classi quinte e quarte della Scuola Primaria

Il primo incontro, in classe, introduce la ricerca e i temi su cui focalizzare l’attenzione: territorio, paesaggio, comunità, testimoni, web, geoblog.
Si andrà alla ricerca della “biografia” dei luoghi attraverso le storie, l’esperienza di vita della gente, le immagini e i suoni (compresi i rumori) del paesaggio.
Negli incontri successivi, i bambini e le bambine, guidati dagli esperti, incontrano i testimoni individuando i punti del territorio particolarmente rappresentativi per la comunità.

La storia che il testimone traccia del luogo scelto, attraverso il racconto della propria esperienza di vita e di lavoro, si intreccia con la sua storia personale e con le vicende e la storia di tutta la comunità (a livello economico, sociale, antropologico, culturale, ecologico).
I bambini e le bambine imparano a conoscere il territorio che abitano, attraverso la storia vissuta. Sono protagonisti della raccolta della testimonianza e imparano a diventarne i custodi.

La produzione di testi e disegni in classe, sollecitati dagli insegnanti, narra con un punto di vista unico e originale l’uscita effettuata e ripercorre i significati e i temi affrontati nel laboratorio: territorio, paesaggio, comunità, testimone.
Un registratore digitale fissa il racconto orale del testimone e fotografa le peculiarità e i cambiamenti nel paesaggio culturale, i suoni dell’ambiente, che serviranno alla restituzione creativa dell’esperienza utilizzando un geoblog nel web.

Evento segnalato anche da Tafter.it
http://www.tafter.it/2010/10/05/roma-urban-experience-per-lottobrata-romana-dal-13-al-17-ottobre/