Archivi categoria: voci

archivio del territorio

Calliano – le Campagnole

La famiglia di Renzo Comper è originaria di Sottocastello a Besenello, nel 1909 circa si trasferisce a Calliano. Renzo, nato nel 1939, ricorda l’infanzia, la scuola materna, la guerra e i bombardamenti. La situazione degli edifici e delle vie di Calliano dopo le incursioni aree. L’incontro con i soldati tedeschi e americani. Quella volta che… Leggi tutto »

Volano – la storia di Olga Norma

La signora Norma Prosser in una esilarante e coinvolgente intervista racconta la storia della sua nascita e l’origine del suo doppio nome. Nata in una famiglia contadina, ha potuto frequentare la scuola per pochi mesi. Una donna forte, che ha saputo resistere alle difficoltà della vita con uno spirito incredibile, e che annovera, nella sua… Leggi tutto »

Volano – Coltivare campagna, fatica e leggerezza

La signora Maria Tovazzi è nata a Volano da una famiglia di contadini e ha sempre lavorato in campagna. I suoi bellissimi ricordi agresti ci riportano a una dimensione della vita contadina con leggerezza e ironia, pur narrando storie di fatica e di regole di ubbidienza a una impostazione di famiglia, ora completamente cambiata. NARRARE… Leggi tutto »

Volano – Giuseppe e il dopoguerra

Giuseppe Ticò aveva dodici anni quando raccolse un ordigno bellico nei prati di Volano e perse una mano. Era il 1951. Giuseppe racconta il suo lungo viaggio in treno a Torino, presso l’Istituto di Don Carlo Gnocchi, dove studiò per cinque anni. La sua vicenda personale si intreccia a quella delle vittime che ancora oggi… Leggi tutto »

Volano – Valentino e il bombardamento di S.Ilario

Il signor Valentino Rosi a quattordici anni lavorava come guardiano alla Caproni di Rovereto dove costruivano sommergibili per la marina tedesca. Quando suonava l’allarme antiaereo, durante la seconda guerra mondiale, lui correva ad avvisare gli operai all’interno dello stabilimento, che non sentivano per via del rumore della fabbrica. Valentino è uno dei testimoni oculari del… Leggi tutto »

La comunità del lavoro e del volontariato.

Il lavoro alla Michelin, il “doppio turno” in paese, il volontariato nel gruppo Alpini. Giuseppe Lucchetta, Cavaliere della Repubblica, ricorda il fascismo e il dopoguerra con il pericolo dei residui bellici. Giuseppe racconta la sua adolescenza impegnata nell’allevamento delle mucche, la produzione di burro e formaggio, la “caselada” del giorno. Narrare il Territorio è un… Leggi tutto »

Una casa d’arte tra Parigi e Besenello

Katia e Paolo, artisti e collezionisti si sono trasferiti da Parigi a Besenello dove hanno allestito una vera casa delle meraviglie. Oggetti di artigianato locale e internazionale popolano l’abitazione situata nel centro storico di Besenello. “Nella loro casa è tutto una favola” racconta una bambina che ha partecipato all’incontro. Narrare il Territorio è un progetto… Leggi tutto »

Besenello – Nell’orto di Giorgio

“Come è cambiato il territorio? Dopo la chiesa, a ricordo mio, c’erano solo tre case” … Giorgio Piffer ricorda il lavoro in fonderia e poi come autista di mezzi pesanti. La passione per la meteorologia, l’apicoltura e le filastrocche. Il racconto dell’alluvione del 1966, in particolare la situazione di Trento sott’acqua. Narrare il Territorio è… Leggi tutto »

Besenello – La salita della Scanuppia

Fiorenzo Battisti ricorda bene il lavoro dell’estate 1965: portava quotidianamente il pane in Scanuppia per chi si stava lavorando alla fienagione. Il duro percorso quotidiano in salita sui “zengi” in compagnia dello zio e della mitica mula Bepa: partenza all’alba, le varie tappe per riposare e finalmente la consegna e il ritorno in valle. Narrare… Leggi tutto »